Photo by Alan Čaplar / Via Dinarica

Quando le montagne incontrano il Mare Adriatico

La spettacolare e infinita costa adriatica della Croazia è comprensibilmente la maggiore attrattiva del Paese, ma se siete alla ricerca di un’esperienza completamente diversa, dove le montagne incontrano il mare, una piccola affascinante regione a nord del Paese vi porterà in un mondo di foreste incontaminate, straordinarie grotte, montagne pittoresche, la cui flora e fauna vi proietteranno in un’altra realtà.

 

Il Gorski kotar si trova ad appena 30 chilometri dall’Adriatico in una posizione favorevole  sull’autostrada che collega la Croazia costiera e quella continentale. Scoprirete un mondo a parte che vi porterà indietro nel tempo e in una natura intatta. Se sei il tipo di viaggiatore alla ricerca di pace, tranquillità in un’oasi di verde, buona cucina non cercare oltre il Gorski kotar, qui troverai tutto quello che ti occorre! Una vasta gamma di attività, cibi tipici e tradizioni locali, tutto gira intorno alla natura – il Gorski kotar è una regione come nessun’altra in Croazia.

 

Il meglio della natura

Uno degli otto parchi nazionali croati, il Risnjak (il cui nome deriva alla lince), si trova qui. è Adornato di boschi e prati  incontaminati, ruscelli, fiumi, grotte e vette che vantano una flora e fauna unica. Tra questi c’è anche il magnifico fiume Kupa, la cui sorgente superiore è famosa come “la magica valle delle farfalle”. Ma il Risnjak non è soltanto una zona protetta; il parco-foresta di Golubinjak , il suo bosco di conifere le numerose grotte e rocce hanno ottenuto il loro status di area protetta nel 1961, mentre Zeleni vir e Vražji prolaz a Skrad vennero proclamate riserve geomorfologiche nel 1962.

Che fantastico quartetto!

Gli amanti delle grotte saranno soddisfatti, in quanto hanno la possibilità di visitare la grotta Vrelo lunga 300 metri, che non è soltanto ricca di formazioni tipiche ma anche una delle più facilmente accessibili in Europa adatta anche ai bambini e ai disabili. La grotta Lokvarka, lunga 1.200 metri è una delle più lunghe in Croazia. L’omonimo lago artificiale abbellisce il meraviglioso panorama e le foreste di conifere che lo circondano.

L’attività in vetta

Con l’abbondanza di bellezze naturali da esplorare, non sorprende che il Gorski kotar sia diventato un centro di varie attività. Gli escursionisti, gli alpinisti e soprattutto i ciclisti saranno più che soddisfatti! Con più di 400 chilometri di piste segnalate, i ciclisti possono sfidare se stessi; perché non unire le montagne e il mare Adriatico in una corsa mozzafiato? La stagione invernale porta con sé le sfide sportive e in tanti giungono per godersi la fresca aria di montagna, molti lo fanno in slitta o visitando uno dei centri sciistici. Le attività a disposizione sono varie, una cosa è certa: non potete annoiarvi nel Gorski kotar!

Una cultura interessante

La natura regna sovrana ma questa zona abbonda anche di un ricco patrimonio culturale e di tradizioni da esplorare, come i castelli, i musei, le chiese e tesori sacri, etno case, mulini e botteghe di artigiani. Non dovete perdervi il castello degli Zrinski a Brod na Kupi, che risale al 1651 e oggi ospita il Museo forestale, della caccia e della pesca, la Etno Casa Rački, Palčava Šiša, la Casa Delač e la Collezione etnologica di Lič illuminano il ricco passato della regione. Delle 12 chiese nell’area di Brod Moravice, il monastero ortodosso di Gomirje è quello situato più a occidente ed è stato sempre il centro della vita religiosa della popolazione ortodossa locale.

Il meglio della cucina

Grazie alla varietà di piante non c’è da meravigliarsi della ricca offerta gastronomica e della la straordinaria quantità di “rakije” (grappe) – che vanno da quelle di ginepro a quelle ricavate dal pino. La particolarità del Gorski kotar si nota nell’offerta culinaria che si concentra sugli ingredienti locali, come diverse specie di funghi. Da maggio a novembre, il festival Plodovi Gorja (I frutti della montagna) celebra e promuove il cibo autoctono e le tradizioni della regione. Gli amanti della carne potranno gustare le locali specialità, come il cinghiale e il cervo, spesso servite in forma di stufato di selvaggina con gnocchi e frutti di bosco come condimento. Mentre il pesce fresco  dell’Adriatico regna nei ristoranti sul mare , qui i fiumi e i laghi incontaminati offrono una varietà di pesce di acqua dolce, la trota è la più comune.

Sì, anche questa è la Croazia.

Un mondo di foreste, montagne e laghi, lontano dalle mete turistiche, dove si può conversare con la natura, rilassarsi o allenarsi, assaporando le tradizioni di una cucina particolare e tipica di una regione ancora poco conosciuta ma che è una delle più facilmente raggiungibili.