Photo by Igor Kralj / Pixsell

Croazia, un viaggio nel piccolo Paese che ci ha creduto fino alla fine

In Croazia il calcio è di casa. Nonostante siano arrivati secondi ai Mondiali, i calciatori della Nazionale hanno conquistato i cuori di milioni di persone. Un viaggio per conoscere gli amati giocatori della Nazionale è come un viaggio nel cuore della Croazia.

In Croazia il calcio è di casa. Nonostante siano arrivati secondi ai Mondiali, i calciatori della Nazionale hanno conquistato i cuori di milioni di persone. Il successo calcistico della Croazia risale sin dai tempi antichi; infatti a Sinj, nella regione della Cetina, la lapide di Gaius Laberius raffigura un bambino con una sfera decorata con esagoni collegati in una rete molto simile al pallone da calcio. E a Županja, in Slavonia, una statua rende omaggio al primo calcio moderno.

Un viaggio per conoscere gli amati giocatori della Nazionale è come un viaggio nel cuore della Croazia. La prima tappa inizia nella Regione di Zadar per rendere omaggio al capitano Luka Modrić, che ha vinto quest’anno il Pallone d’Oro. Il centrocampista 32enne, che a soli cinque anni aiutava il padre pastore, ha conquistato milioni di persone.

Modrić è cresciuto giocando a calcio sulle strade sin da ragazzino. Grazie anche ai suoi compagni di squadra, Subašić, Vrsaljko, Livaković, originari di Zadar – famosa per i suoi incantevoli tramonti, per l’Organo marino e per il Saluto al sole – la città dalmata ha occupato un posto in primo piano a livello mondiale anche nel calcio.

Nella vicina Šibenik le antiche fortezze non sono i soli mezzi di difesa, proprio come dimostra il giovane difensore Duje Čaleta-Car. La città vanta così due titoli mondiali: l’UNESCO e la FIFA.

Lo sapete che gli stadi della Croazia sono situati nei luoghi più incantevoli del mondo? Bene, allora andiamo a visitarli sul lungomare di Rijeka, Trogir e Ugljan, prima di dirigerci a Imotski – città di Ivan Strinić e Ante Rebić – dove rimarrete a bocca aperta nel vedere uno degli stadi più originali al mondo, costruito nella roccia.

E per non parlare del match più singolare giocato sul fondale del Modro jezero (Lago Blu), dove le squadre locali Elfi e Lupi Mannari si sfidano quando il lago si prosciuga completamente. Pensate anche all’isola di Hvar, la più soleggiata d’Europa, dove la tradizione calcistica risale al 1913, in cui troviamo ben 11 squadre – la Forska Liga è unica nel suo genere.

Tornando sulla costa a Split, Lovre Kalinić sarà ben contento di farvi scoprire una delle città più sportive della Croazia, e poco più a sud aggiungete alla lista Omiš, antica cittadina di pirati, luogo natale di Ivan Perišić: se per una vacanza perfetta avete bisogno di una scarica di adrenalina, allora Omiš è proprio ciò che fa al caso vostro!

Il mondo intero ha visto come la Croazia ha accolto i suoi eroi di ritorno dai Mondiali: circa 550.000 tifosi si sono ritrovati nelle strade di Zagabria, la città di Brozović, Ćorluka, Jedvaj, Pivarić, Badelj, Kramarić, Pjaca e Kovačić, che hanno visto la capitale in festa come non mai prima d’ora. Anche i turisti in visita riceveranno un benvenuto così caloroso in questo Paese tanto ospitale.

Il talento calcistico della Croazia è diffuso in tutto il Paese, proprio come le sue bellezze naturali; e dunque venite a visitare Karlovac, città del difensore Dejan Lovren.

Inoltre, a solo un’ora da Zagabria, troverete Varaždin, città che vanta ben otto secoli di storia. Questa città barocca è stata patria dei nobili, proprietari terrieri, artigiani e artisti più facoltosi della regione; nella seconda metà del XVIII secolo la città diventò l’allora capitale della Croazia, e oggi ha dato i natali a uno dei migliori allenatori, Zlatko Dalić.

Sinonimi di passione e caparbietà, sono il protagonista della semifinale Mario Mandžukić (di Slavonski Brod) e il difensore Domagoj Vida (originario di Donji Miholjac), l’orgoglio della Slavonia, una delle regioni più affascinanti e ancora da scoprire.

E chi si scorda del re dei rigori Ivan Rakitić, anche lui originario della Slavonia, la cui genuina spontaneità ricorda la bellezza dei numerosi parchi della Croazia, compresi i Laghi di Plitvice, tutelati dall’UNESCO.

Siamo arrivati alla conclusione del nostro tour, dove vi abbiamo fatto conoscere i protagonisti di questo piccolo Paese, insieme alla bellezza e alla diversità delle loro origini. #CroatiaFullOfExcellentPlayers